Ricerca nel sito
Cerca
  • Conferenza finale del progetto 3C4Incubators: Cultura e Creatività per lo sviluppo dei territori
Lo scorso 6 novembre si è tenuta a Roma la conferenza finale del progetto 3C4 Incubators “Culture, Creative and Clusters for Incubators”. Questo progetto finanziato nell’ambito della Cooperazione Territoriale Europea tramite il Programma comunitario MED promuove il settore culturale e creativo come fattore di sviluppo territoriale e di innovazione sociale ed economica. L’evento dal titolo “Developing Territories through culture and creativity” organizzato dalla Direzione Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio con il supporto tecnico di BIC LAZIO, si è svolto presso la sede della Regione in Sala Tirreno.

I lavori della giornata dedicati al tema del settore delle imprese culturali e creative innovative si sono aperti con un saluto di benvenuto del Direttore regionale Miriam Cipriani e con gli interventi del rappresentante del Segretariato Tecnico Congiunto MED, Nuno Vaz Silva e del capofila del progetto, Ana Isa Coelho della Comunidade Intermunicipal do Alentejo Central che rispettivamente hanno illustrato le evoluzioni della futura programmazione all’interno del Programma Med 2014-2020 e le attività e i risultati raggiunti dal progetto.

La prima parte della conferenza ha affrontato il tema del rafforzamento del Business Model delle imprese del settore creativo e culturale.
Ilaria Corsi, responsabile Progetti Europei di BIC Lazio e Gaetano Finocchiaro per conto di BIC Lazio hanno illustrato gli output dei precedenti progetti europei che sono stati capitalizzati all’interno di 3C4Incubators e gli strumenti che sono stati realizzati per le startup creative e culturali (lavoro coordinato dalla Regione Lazio). Uno di questi, il Business Model Canvas Game, è stato presentato tramite un video che ne ha illustrato la fase di test. Il Direttore regionale ha consegnato un premio alle imprese vincenti del Game.

Due relatori di spicco provenienti dal Regno Unito hanno poi condiviso le loro esperienze e la loro expertise: David Furmage dell’Università di Coventry e Anthony Story, Direttore di Creative England.

La seconda sessione è stata dedicata alla presentazione di un modello di creazione di una nuova rete europea di Incubatori e di enti. La proposta di creare un sotto gruppo per le imprese del settore creativo e culturale all’interno della rete già esistente di EBN (European Business Innovation Centres Network), è stata illustrata dal responsabile del gruppo di lavoro, Vittorio Simoncelli di Sviluppo Basilicata. Laura Lecci della rete EBN ha poi illustrato il ruolo e l’impatto dei progetti creativi sulla creazione di impresa e i servizi di incubazione.

La terza ed ultima sessione ha affrontato il tema di come le istituzioni possono influire sulle politiche regionali e locali, al fine di favorire il settore dell’industria creativa e culturale. Ferdinand Richard, Direttore di A.M.I (Aide aux Musiques Innovatrices) ha condiviso il lavoro svolto all’interno del gruppo di lavoro “Institutional and Territorial links” che ha dato vita ad un Position Paper sull’importanza del settore nello sviluppo locale e regionale: “Cultural and Creative Sector: Something to Stand for” da sottoporre alla Commissione Europea, alle Camere di Commercio, agli enti pubblici regionali e sub regionali, nonché agli incubatori e alle strutture che danno supporto alle imprese del settore.
Infine altri due relatori, Jordi Pascual della Commissione Cultura della rete mondiale delle Città e dei Gioverni locali e regionali e Dario Parravìcini della Provincia di Milano hanno condiviso le loro esperienze all’interno rispettivamente della Commissione Cultura e dello European Creative Industries Alliance.

Al termine della conferenza è stata lanciata un'altra iniziativa: AMI, il partner di Marsiglia, ha organizzato un Business Trip (a Bologna, dal 23 al 29 novembre 2014) aperto alle imprese che hanno già partecipato alla Projects and Ideas Factory di Marsiglia. Dieci le imprese che vi partecipano, 6 provenienti dall’incubatore di AMI e 4 provenienti dal resto del partenariato europeo. Di queste, 2 imprese sono del Lazio, Suricata e Medialize.it.

Powered by XAOS Systems - Juice Engine