Ricerca nel sito
Cerca
  • Una start up di successo, Imperial Europe con il prodotto Scappatopo
La storia che vi stiamo per raccontare parla di terre, di uomini e di donne, di viaggi e di scoperte. Un percorso che parte da antiche civiltà per giungere oggi dritto al cuore della modernità: Siracusa, culla culturale della Magna Grecia, che diede i natali ad Archimede, scienziato e fisico, espressione dell'eccellenza e del fervore intellettuale di quell'epoca è anche la città natale di Carla Delfino, la protagonista del nostro racconto che, terminati gli studi artistici a Roma, decide di trasferirsi in una delle città più vitali e dinamiche degli Stati Uniti, Dallas. Il paragone ci fa sognare, ma il file rouge che li lega è quanto meno suggestivo: origini comuni, forti passioni, grandi invenzioni, per fare di questo mondo un posto migliore.

Carla è nata a Siracusa ma ha studiato a Roma, laureandosi in Storia dell’Arte all’Università La Sapienza e in giornalismo alla Luiss. Dopo aver vinto una borsa di studio, parte per gli Stati Uniti per frequentare un “Master in Arts” a Dallas. Una esperienza affascinante, perché entra in contatto con un modo lontanissimo e completamente diverso da quello che aveva vissuto fino a quel momento: petrolieri, finanzieri, ricchi uomini di affari con collezioni private che un comune mortale solo lontanamente può sognare di possedere.

“Un giorno il professore del mio corso – ci racconta Carla - ci porta a casa di un petroliere texano. Ci accoglie un distinto signore che ci accompagna a visitare la sua lussuosa villa. Con mio stupore noto un piccolo quadro nel bagno. Mi avvicino… e mi accorgo che si tratta di un Renoir…”. Questo è solo uno degli episodi che Carla ci racconta di quel periodo fantastico e particolare, ma ad un certo punto decide di tornare in Italia: “il mio professore mi propone di rimanere a Dallas e di lavorare con lui come assistente in un importante museo. Una proposta stimolante, ma ti confesso che non ci ho pensato un attimo. Il mio cuore batteva da un’altra parte. La mia scelta è stata di tornare dove ho le mie radici, nel mio amato Paese”.

A Siracusa inizia a lavorare nell’azienda di famiglia che si occupa di impianti elettrici, ma ben presto sente che anche questa esperienza gli va stretta. Così nel 1996 apre una sua impresa, dal nome Imperial Emporium: “Ho scelto questo nome perché mi sono rimasti nella memoria i negozi di quando ero bambina, nei quali trovavi di tutto. Comincio perciò a viaggiare verso oriente, in Cina, Hong Kong e compro e importo di tutto”.

“Dopo 3 anni – prosegue Carla - decido tuttavia di specializzare la mia azienda in un settore differente. In quel periodo si parlava dell’introduzione dell’euro. Mi sono messa a studiare le banconote pensando che ben presto sarebbero state fabbricate monete false e dovevo trovare il modo di scoprirle”.

In poco tempo Carla con la sua impresa è leader nel settore delle macchine per il trattamento e la verifica del denaro. Nonostante questo, si rende conto che il mercato in breve tempo sarebbe stato affollato da altri concorrenti e che gli spazi per la sua impresa si sarebbero ristretti. Occorreva farsi venire in mente un’altra idea geniale.

“Un giorno mio fratello mi confessa che alcuni dei sui clienti più importanti hanno aziende che si ritrovano con i cavi elettrici rosicchiati dai topi. Mi sono incuriosita ed ho iniziato a studiare le dinamiche comportamentali di questi roditori. Tre anni di studi, senza chiedere supporto ad alcun zoologo perché non volevo rimanere condizionata da quanto mi veniva detto. La vera innovazione nasce infatti dall’intuizione e volevo creare un prodotto nuovo che allontanasse questi animali”.

Carla è una umanista, non è una scienziata. Nonostante questo in poco tempo diventa una esperta. Conosce ben presto tutto, dall’etimologia della parola ratto, fino alle leggende e alle storie legate ai topi. Fino a scoprire che una volta che il topo diventa resistente ad un veleno, trasmette questa immunità anche ai sui discendenti diretti.

Nel 2012 decide perciò di dar vita ad Imperial Europe, con la quale brevetta ScappaTopo, un rivoluzionario bio-repellente organico per topi, a base di estratti di origine naturale e di granuli di mais, che allontana i topi creando una barriera invisibile, dal profumo gradevole e senza effetti indesiderati per gli uomini e per altri animali domestici.

Il prodotto dopo essere stato testato in collaborazione con l’Università di Roma La Sapienza e l’Università Federico II di Napoli è in commercio dal gennaio 2014. Attualmente sono più di 400 i punti vendita in tutta Italia.

Immediati sono i riconoscimenti. ScappaTopo ha conquistato il terzo posto al Premio Best Practice per l’Innovazione 2014 di Confindustria Salerno; ma non solo, Carla è stata premiata anche dalla Regione Lazio (nel corso della manifestazione “Donna Forza 8”), per aver sviluppato una esperienze imprenditoriale di successo grazie all’utilizzo dei fondi europei Por Fesr 2007-2013.

Carla Delfino oltre ad essere vice presidente dell’AIDDA, l’associazione di imprenditrici e dirigenti di azienda, è la prima donna italiana ad essere arrivata tra i finalisti del Cartier Women's Initiative Awards 2014. L’iniziativa ogni anno premia le 6 donne, una per ogni regione del mondo, che maggiormente si sono distinte grazie alla qualità del proprio progetto imprenditoriale.

L'impresa è assistita dal CPI BIC Lazio di Civitavecchia.

Settore
Disinfestazione
Attività
E’ una start up innovativa, con sede a Roma, che ha sviluppato una soluzione rivoluzionaria per liberarsi dei topi senza ucciderli e senza creare effetti indesiderati per l’utilizzatore, gli animali e l’ambiente
Prodotto
ScappaTopo è un bio-repellente organico, eco-compatibile, a base di estratti di origine naturale e granuli di mais, che crea una barriera invisibile contro i ratti. Il prodotto può essere posizionato ovunque, anche su auto, moto e barche.
Contatti
Carla Delfino
Imperial Europe Srl
Via di Quarto Rubbie, 45 - 00118 Roma
Tel. 06.79846641 Fax 06.79846747
e-mail info@imperialeurope.it
www.scappatopo.it
Powered by XAOS Systems - Juice Engine